“Loving” di Jeff Nichols – Recensione

loving-di-jeff-nichols-recensioneIl 2 giugno 1958 Richard Loving (Joel Edgerton), un giovane di razza bianca, e Mildred Jeter (Ruth Negga), una ragazza afroamericana, si recano a Washington per sposarsi, accompagnati dal padre di lei. I neosposi si stabiliscono poi nella cittadina della Virginia, in cui sono cresciuti. Qui progettano di costruire una casa, dove poter far crescere il bambino che Mildred porta in grembo. In Virginia però il matrimonio interraziale è considerato un crimine. Pertanto, i due coniugi, dopo essere stati arrestati, vengono costretti ad abbandonare lo Stato. Si stabiliscono quindi a Washington, dove però non riescono a essere pienamente felici a causa della lontananza dai loro cari e del fatto di essere costretti a condurre una vita cittadina che non sentono come propria. Accorrerà in aiuto dei Loving un giovane avvocato intraprendente, che riuscirà nell’impresa di portare il loro caso davanti alla corte Suprema.

Con “Loving” Jeff Nichols porta sullo schermo un dramma umano basato su una vicenda effettivamente verificatasi negli anni Cinquanta, che gli consente d’intavolare una riflessione su un tema oggi quanto mai attuale quale quello del razzismo. Si tratta quindi di un film contenutisticamente importante. Tuttavia, nel raccontare questa storia Nichols opta per un approccio canonico, puntando l’attenzione sulle vicende quotidiane dei due coniugi e dando poco spazio al contesto storico-politico in cui si verificano. Ne scaturisce così un lungometraggio al tempo stesso scarsamente innovativo e toccante, che deve molto all’interpretazione dei due attori protagonisti, e in particolare a quella di Ruth Negga. Difatti, sebbene, nel narrare la tormentata vicenda di questa coppia, “Loving” tenda ad adottare il punto di vista del personaggio maschile, l’intensa interpretazione di Negga (che le è valsa una candidatura all’Oscar come miglior attrice protagonista) fa spiccare la figura di Mildred, rendendola il vero perno del film, nonché la ragione per cui questo lungometraggio merita di essere visto.

Cool Frame – L’inquadratura che vale la pena: Il piano ravvicinato di Mildred Jeter nel momento in cui si accinge a scrivere la lettera che porterà un giovane avvocato a offrire a lei e a Richard un aiuto legale, restituendo loro la speranza di poter tornare a vivere in Virginia. Si tratta, infatti, di un’inquadratura da cui emerge appieno la carica espressiva di Negga.

Titolo originale: Loving
Nazione: U.S.A., Regno Unito
Anno: 2016
Genere: Drammatico
Durata: 123′
Regia: Jeff Nichols
Cast: Michael Shannon, Joel Edgerton, Marton Csokas, Ruth Negga, Nick Kroll, Alano Miller, Jon Bass, Bill Camp, Terri Abney, Quinn McPherson
Produzione: Big Beach Films, Raindog Films
Distribuzione: Cinema
Data di uscita: Cannes 2016 – In Competition
16 Marzo 2017 (cinema)