“Split” M. Night Shyamalan – Recensione

split-recensione-film-night-m-shyamalanKevin (James McAvoy) è un giovane affetto da un disturbo dissociativo della personalità (DDI): dentro di lui convivono ben 23 personalità diversissime e l’ombra della 24^, che si manifesterà a breve, condiziona la sua vita in modo irreparabile. Questa nuova personalità, che lui denomina “la bestia”, è un essere crudele con capacità sovrannaturali, motivo per cui alcune delle sue personalità hanno preso il sopravvento e cercano di controllare i suoi impulsi più pericolosi. Nonostante questo, Kevin ha comunque rapito 3 adolescenti guidate da Casey (Anya Taylor-Joy che abbiamo già visto in “The Witch”), che dovranno affrontare una vera e propria lotta per la sopravvivenza cercando di evadere da questa angosciante prigionia in cui ogni secondo nasconde un rischio sconosciuto.
M.Night Shyamalan, che è tornato a far parlare positivamente di sé dopo ”The Visit” (non a caso dietro a queste due ultime pellicole c’è l’abile consulenza del produttore Jason Blum) con ”Split” recupera un tema a lui caro: l’alienazione dell’individuo, la costruzione della paura, il rapporto con il diverso, suggestioni che avevamo già trovato in Identity con John Cusack e Schegge di paura con Richard Gere e Edward Norton. In questo film McAvoy è di una bravura spaventosa (in tutti i sensi!) nell’alternare a breve distanza e modificare in pochissimo tempo ogni singolo aspetto del suo corpo per dare vita ad una delle 23 personalità che lo dilaniano: il tono della voce, le movenze, i tic, le più piccole espressioni riescono a dare letteralmente vita a personaggi diversi nel corpo di uno solo, senza che mai questi passaggi scadano nel ridicolo o nel caricaturale. La sceneggiatura è ben costruita, con una tensione che non è mai dichiarata o spezzata con colpi di scena esagerati: è un continuo crescendo di aspettative con una tensione che rimane vigile, sottile e subdola, facendoci subodorare ad ogni passaggio l’arrivo di questa bestia che, quando si manifesta è angosciante e spaventosa.
L’altro aspetto davvero valido del film è l’attenzione scientifica che (come spesso accade nei film di Shyamalan) permea ogni passaggio: si rimane davvero affascinati da questo disturbo che affligge il protagonista, una malattia che Shyamalan ha studiato a lungo (il film è stato scritto ben 16 anni fa e si è ispirato ad un fatto di cronaca legato al criminale Billy Milligan); grazie al personaggio della dottoressa Fletcher che ha in cura James, scopriamo che ci sono stadi della malattia surreali: in alcuni pazienti capita che lo split delle personalità possa addirittura portare una di queste ad avere il diabete che invece non si manifesta nelle altre, o addirittura far si che la forza e le capacità fisiche di alcune siano totalmente opposte a quelle delle altre. In questo caso ovviamente Shyamalan inserisce nel personaggio di James quel tocco di sovrannaturale e mistico che nella scienza non si è mai verificato, ma di sicuro lo spettatore esce dalla sala con la curiosità di saperne di più sulla DDI.
Il finale è l’unico momento che perde un po’ di mordente, forse un po’ brusco e sbrigativo rispetto al ritmo e al mood di tutto il resto del film, ma comunque rimane un passaggio interessante nel far intuire (con un cammeo-colpo di scena) che questo potrebbe essere il secondo film di una trilogia iniziata anni fa con un altro successo di Shyamalan.
Cool frame: Quando la 24^ personalità si manifesta, dentro ad un treno. La fotografia ci fa vedere in controluce la bestia che prende forma:  intuiamo che il corpo umano di J sta incredibilmente assumendo caratteristiche sovrannaturali; nello spettatore cresce l’ansia sapendo anche che cosa sta per andare a fare questa bestia alle innocenti e indifese vittime del suo rapimento.

 

Titolo originale: Split
Nazione: U.S.A.
Anno: 2017
Genere: Thriller
Durata: 117′
Regia: M. Night Shyamalan
Cast: James McAvoy, Haley Lu Richardson, Brad William Henke, Betty Buckley, Anya Taylor-Joy, Jessica Sula, Kim Director
Produzione: Blinding Edge Pictures, Blumhouse Production
Distribuzione: Universal Pictures
Data di uscita: 26 gennaio 2017